Categories
Informazioni

Lavoro in Sicilia per stranieri

Panoramica


Legalmente, devi avere un permesso di soggiorno per vivere e lavorare in Italia a meno che tu non sia un cittadino dell’Unione Europea (UE). In pratica (se non sei un cittadino dell’UE), questo permesso è difficile da ottenere a meno che un datore di lavoro ti sponsorizzi. Ottenere un visto per studenti è abbastanza facile, ma non ti permetterà di lavorare qui.

Numerosi articoli su questo sito descrivono le condizioni di vita e di lavoro in Sicilia, dove il tasso di disoccupazione è stato superiore al venti percento negli ultimi cinquant’anni. Questo non è un segreto! Nessuno che viva in Sicilia o legga i giornali qui contesterebbe mai i fatti – è così semplice.

È in gran parte dovuto alla mancanza di lavoro in Sicilia che i siciliani emigrano ancora. Canada, Stati Uniti, Argentina, Australia, Inghilterra, Germania e Scandinavia hanno una vasta popolazione immigrata siciliana e la stragrande maggioranza di questi siciliani lascia la nostra isola in cerca di opportunità di lavoro superiori a quelle disponibili in Sicilia. Gli italiani di oggi potrebbero non essere orgogliosi di questo fatto, ma è la verità. Anche a Milano, le opportunità per gli stranieri sono poche.

Meritocrazia non è una parola importante nel vocabolario italiano; le “raccomandazioni” (preferenze) sono all’ordine del giorno e sul posto di lavoro cose come le molestie sessuali nei confronti delle lavoratrici sono così comuni che dovrebbero essere considerate la regola piuttosto che l’eccezione. La situazione occupazionale in Sicilia è nella migliore delle ipotesi difficile e non mostra alcun segno di miglioramento presto.

Per questo e altri motivi, uno straniero in cerca di lavoro in Sicilia dovrebbe aspettarsi di incontrare un certo risentimento palese da parte di alcuni siciliani. Diamo un’occhiata obiettiva ai tipi di lavoro che gli stranieri cercano in genere in Sicilia. Non vogliamo assumere un tono negativo, ma non vogliamo fuorviarti. Abbiamo incontrato stranieri le cui aspirazioni a trovare lavoro in Sicilia si sono trasformate in incubi.

I libri e i siti Web che promuovono false speranze nella mente degli aspiranti al lavoro sono particolarmente deplorevoli. Non possiamo impedire la loro pubblicazione di “consigli” ingannevoli, ma possiamo (fortemente) consigliarti di prendere una decisione informata.

Per quello che vale: le cifre dell’ISTAT possono contraddire le nostre perché il loro standard attribuisce lo status di “piena occupazione” anche a un adulto che lavora solo un giorno dell’anno e non guadagna praticamente nulla, mentre quelli che non “attivamente” cercano lavoro non vengono considerati ” disoccupati.” Molti siciliani sono “sottoccupati” a tempo parziale e l’Italia non ha un salario minimo. In effetti, l’Italia ha quello che si stima sia il più alto livello di emigrazione per ragioni occupazionali di qualsiasi nazione del G-8 e soffre di un drenaggio del cervello perché anche i lavori per i candidati altamente qualificati sono pochi.